Guardie Lipu: redatto il nuovo programma di vigilanza che interesserà alcune aree della provincia di Venezia.

In partenza il nuovo programma di vigilanza delle guardie lipu per l'anno 2013 che vedrà impegnati gli agenti ittici-venatori e zoofili in alcune aree della provincia di Venezia. Si tratterà sopratutto di aree protette come le oasi naturali e i parchi protetti.

L'attività del nucleo di vigilanza, spiega il vice resp. Pettenò Denis andrà ad operare in tre macro-zone della provincia: La prima è il Bosco di mestre che si compone di diverse aree ex agricole riforestate di diversa ampiezza, con il progetto di essere collegate tra loro con percorsi ciclo-pedonali, in questa zona forte è la presenza di rifiuti abbandonati, cani senza guinzaglio lasciati liberi di girovagare creando danni al sistema, in caso di cani di grossa taglia e segugi. La seconda, non per importanza è l'oasi lipu di Ca roman. Le infrazioni più comuni a Ca roman durante la stagione estiva sono la circolazioni di natanti a motore accesso anche in vicinanza della battigia, e come per il Bosco di mestre gli stessi problemi di cani senza guinzaglio e rifiuti. La presenza di cani liberi inoltre, oltre che creare paura e disturbo ai bagnanti rappresenta un grave problema per la nidificazione del frattino e del fraticello ( molti cani sono predatori di uova ). Infine la terza area che le guardie ittico-zoofile vigileranno con costanza sono le aree ricadenti nel comune di Marcon esse sono: Le cave del praello, e i corsi d'acqua principali e secondari come il Fiume Dese e lo Zero, in queste zone si vigilerà sull'attività di pesca e sul comportamento delle persone per quanto concerne l'abbandono di spazattura dopo aver pescato. Un programma molto ambizioso ma non impossibile, infatti il nucleo Guardie nel 2013 si doterà di 3 nuovi agenti pronti a svolgere questo servizio con professionalità e dedizione. ( Guardie Lipu al Bosco di Mestre )Durante un servizio al Bosco di Mestre

Informazioni aggiuntive