Cave del Praello, rifiuti e manomissioni delle tabellazioni, in arrivo pesanti sanzioni.

Foto Cave PraelloCampagna di controlli da parte delle Guardie LIPU in questi giorni alle Cave del Praello in località San Liberale. Il nucleo coordinato dal responsabile Tonin Marco e dal suo vice Pettenò Denis hanno rafforzato i controlli nei territori di Marcon per quanto concerne la pesca e la caccia, con particolare attenzione alle Cave del Praello, un'oasi di circa 52 ettari rilevando un'aumento generale del degrado della zona avvenuto nelle ultime settimane.

Per quanto riguarda l'abbandono dei rifiuti oramai di ogni genere sono stati molti i segnalati e fotografati nella zona sottoposta a riposo biologico in quanto più sensibile perchè isolata, ma ci sono anche tante persone, che per pigrizia di non fare la raccolta differenziata comunale preferiscono smaltirla nella zona delle Cave. Notevole è stato il supporto dei frequentatori del sito che ogni qualvolta segnalano persone che abbandonano rifiuti e la presenza di cani segugi senza guinzaglio, che è assolutamente vietato, per questo motivo saranno effettuati controlli anche a chiamata e sanzionati i trasgressori con l'importo pari a 102 euro. Cosa ben più grave è la rimozione delle tabellazioni provinciali di divieto di pesca da parte di ignoti, che le guardie Lipu durante i loro servizi hanno trovato gettati nel mezzo della vegetazione, riguardo quest'ultima violazione è già partita un'indagine sugli autori dei reati. Controllata anche l'attività di pesca questo inizio anno, dove su 10 persone controllate è stata elevata una sanzione per pesca con licenza scaduta. Situazione positiva invece per l'oasi della lipu a Gaggio dove da due mesi dopo aver pizzicato alcuni intrusi all'interno del sito con dei cani sciolti la situazione è tornata alla normalità.  " Per contrastare questi fenomeni dice Pettenò, lancio un'appello alla polizia provinciale affinchè sia intensificata la vigilanza in quest'area che nella appena trascorsa estate ha dovuto fare i conti con i pescatori abusivi e i rifiuti da loro lasciati. "

Informazioni aggiuntive