IL BOSCO DI MESTRE SARA' PIU' SICURO: Pattugliamento delle Guardie Ittico-venatorie.

Prima operazione di vigilanza e controllo dell'anno 2013 oggi pomeriggio da parte del nucleo Guardie Giurate lipu, all'interno della fascia del Bosco di Mestre concentrata nelle aree fruibili al pubblico denominate Bosco Zaher ( 44 ettari ), e Bosco Ottolenghi ( 20 ettari ) situati nelle località di Dese e Favaro Veneto. Le Guardie Ittico-venatorie zoofile lipu nel corso di questo particolare servizio comprendente le materie di specifica competenza di caccia-pesca oltre alla vigilanza ambientale e faunistica

, di cui possono esercitare direttamente l'attività di polizia amministrativa, hanno ottenuto ottimi risultati anche sul fronte della sicurezza percepita dai cittadini che, i stessi hanno fatto i complimenti alle Guardie ed incitando loro a più controlli. 

Spesso infatti molte persone praticano sbagliate abitudini, come quelle di sciogliere i cani al guinzaglio e non raccogliere le loro deiezioni, ovvero accedere all'interno del parco con veicoli a motore. Nello specifico della giornata odierna la pattuglia in coppia formata dalle Guardie volontarie Pettenò Denis e Biasetton Aranisio hanno controllato tre pescatori, mentre sono stati sorpresi sette frequentatori del Bosco con il cane senza guinzaglio, gli è stato fatto presente il regolamento e sono stati invitati a rimettere il cane al guinzaglio per la sicurezza delle stesse persone e della fauna del bosco. Nel caso della sola presenza degli Agenti non risulti un valido deterrente, scatterà una segnalazione per i provvedimenti a loro carico. " Molte segnalazioni di questi e altri comportamenti errati, spiega il vice responsabile del nucleo Guardie Pettenò Denis, ci è giunta da molti frequentatori del parco, che in alcuni casi passeggiando per i sentieri del Bosco a piedi o in bicicletta si sono visti inseguiti da cani di grossa e media taglia ( alcuni da caccia ) ovviamente senza l'obbligatorio guinzaglio, altre segnalazioni vedono l'accensione di fuochi nel periodo primaverile ed estivo e l'abbandono scellerato di rifiuti a terra, nella maggior parte da parte di pescatori e improvvisati " campeggiatori ". Nel corso dei mesi e settimane a venire saranno effettuati controlli sempre più mirati e costanti per garantire la sicurezza delle persone ed una loro piacevole permanenza all'interno dell'area, dotata di panchine e attrezzatura per appassionati di natura e fotografia.

 Tracciato GPS
 Bosco di Mestre

Informazioni aggiuntive