Gaggio, scattata operazione anti bracconaggio nell'oasi lipu.

Periodo di caccia aperta, e come al solito sono riprese le pratiche illecite legate all'attività venatoria. Coordinata dal capo squadra Marco Tonin, operazione anti bracconaggio è scattata nel pomeriggio di Lunedi dopo segnalazione di un residente della zona, infatti una coppia di cacciatori è stata vista entrare con dei cani dentro il territorio dell'oasi lipu.

Immediatamente il nucleo degli agenti volontari è scattato in azione recandosi nel luogo, pattugliando l'oasi e scorgendo in lontananza i cacciatori già in fuga all'avvistamento delle guardie. L'intervento immediato a consentito che nessun colpo è stato sparato all'interno dell'oasi. Nel stessa operazione è stato sorpreso un uomo che senza nessuna autorizzazione raccoglieva funghi dentro l'oasi.  " E' molto positivo ", dice il vice resp. del nucleo Guardie Pettenò Denis che siano stati i residenti della zona a contattarci. Spesso riceviamo i complimenti da quei agricoltori che vedono spesso le loro colture danneggiate per l'attività venatoria illegale. Nei scorsi mesi, in un pattugliamento nella zona delle cave del Praello cera stato il tentativo di fermare otto cacciatori che praticavano la cosiddetta caccia a " pettine ", sono ora in corso i procedimenti da prendere a loro carico. 

Complessivamente nel mese di novembre gli agenti venatori lipu hanno controllato una ventina di persone, 7 pescatori e 13 cacciatori.

Informazioni aggiuntive