Codirossone alle Cave di Gaggio Nord

L'ex cava senile, ora destinata ad oasi di protezione, non smette mai di stupire e rivelare sia agli addetti ai lavori che agli usufruitori, la sua importanza per la biodiversità.

Moreno Chillon responsabile oasi, durante lavori di manutenzione dei sentieri ha sentito, contattato e poi anche visto un bel esemplare di Codirossone (Monticola saxatilis). Ovviamente, come quasi sempre accade, nei momenti in cui servirebbe veramente la macchina fotografica per immortalare il dato, essa non era stata portata via.

Primo avvistamento in 26 anni per l'oasi che porta a raggiungere un ulteriore record di specie per le cave di Gaggio.

Informazioni aggiuntive