Danzano nell'aria: le libellule di Gaggio

Gli odonati (Odonata) sono un ordine d'insetti strettamente collegati all'acqua, indispensabile per la  loro riproduzione, dal momento che tutti gli stadi larvali di neanidi e ninfe avvengono in questo elemento. Gli habitat con acqua costituiscono degli ambienti ideali anche per la maggior parte delle specie nella fase adulta, poiché garantiscono una grande quantità di cibo, sotto forma di piccoli insetti, a questi grandi predatori volanti.

 

L'ambiente umido dell'Oasi di Gaggio, con la presenza di acque stagnanti, in cave di diversa profondità, la ricchezza di vegetazione spondale, prativa e boschiva, e, non da ultimo, il fatto di essere lambita dal fiume Zero, è un habitat ideale per molte specie, tanto da essere la zona umida più ricca di specie della Pianura Veneta Orientale (Atlante delle libellule della Pianura Veneta Orientale, edito da ANS).

Nel periodo di rilevazione del citato Atlante nell’Oasi di Gaggio sono state osservate ben 30 specie e una trentunesima lungo il fiume Zero (qualche centinaio di metri a monte del tratto che costeggia l’Oasi).

Delle 31 specie rilevate (tutte documentate fotograficamente) 10 appartengono al sottordine delle Zigotteri e 21 a quello degli Anisotteri.

Fra le specie degne di nota in quanto presenti nella Lista Rossa Italiana delle specie a rischio ci sono fra gli Zigotteri Coenagrion pulchellum e fra gli Anisotteri Sympetrum depressiusculum.

Da sottolineare che Gomphus flavipes (presente nell’Allegato IV) non è considerato più a rischio in quanto

In passato si riscontrava solo lungo i grandi fiumi (Po), ora colonizza anche fiumi più piccoli (prima segnalazione per la PVO lungo lo Zero, 2013).

Testi e foto: Maurizio Dalla Via

Informazioni aggiuntive