Gestione oculata prati San Giuliano

La LIPU/Birdlife Italia sezione di Venezia, con la presente lettera chiede che, per il contesto formatosi in queste settimane al parco di San Giuliano, la gestione dello sfalcio delle superfici prative, venga posticipato di alcune settimane e/o tutt’al più gestito in modo opportuno in merito alle considerazioni che seguono.

I nostri numerosi ornitologi e birdwatchers, nell’attività di tempo libero di osservazione della natura all’interno del parco sopracitato, hanno notato la formazione di una copiosa, vistosa (anche l’occhio vuole la sua parte) fioritura delle essenze prative che caratterizzano il parco. Riteniamo questa attività floreale, accompagnata dalla migrazione attiva di uccelli (proprio in questi giorni alcuni ornitologi hanno scovato nuove specie presenti in sosta durante la loro migrazione, siamo arrivati a censire 164 specie ornitiche all’interno del parco)ma non solo, anche di farfalle e insetti (fondamentali per il ciclo vitale e la stessa impollinazione delle essenze) uno degli eventi annuali fondamentali per il ciclo naturale dell’ambiente che ci circonda quotidianamente.Consapevoli degli aspetti meramente gestionali, organizzativi, economici e contrattuali con terzi per quanto riguarda lo sfalcio, chiediamo che se ci sono gli opportuni presupposti, di traslare di alcune settimane tale attività. Siamo inoltre consapevoli che a seguito del primo sfalcio altre essenze prative continueranno il loro ciclo e il loro fiorire e chiediamo anche per il prossimo futuro una certa attenzione nel gestire i futuri sfalci.In conclusione rimaniamo a completa disposizione per ulteriori chiarimenti e eventuali consulenze.

arch. Alvise Lucchetta

Informazioni aggiuntive